Diserbante di post emergenza contro le infestanti dicotiledoni di frumento tenero e duro, segale, orzo, avena e mais

Flurostar 200 è un erbicida sistemico di post-emergenza assorbito principalmente dalle foglie (solo parzialmente dalle radici) e traslocato rapidamente attraverso il floema e lo xilema in tutta la pianta infestante, inclusi meristemi e altre parti in via di sviluppo. I primi sintomi compaiono già dopo qualhe giorno, anche se l’effetto finale richiede qualche settimana

  1. Profilo del prodotto
  2. Impieghi
  3. Raccomandazioni
  4. Altre informazioni
Principio attivo Fluroxipir – 20,4 g (200 g/l)
Formulazione Emulsione concentrata (EC)
Indicazioni di pericolo
Numero di registrazione 14897 del 15/07/2011
Confezioni 1 L
Infestanti controllate
Galuim aparine, Poligonum convolvulus, Convolvulus arvensis, Stellaria media, Abutilon teophrasti, Bidens tripartita, Calystegia sepium, Rumex spp., Solanum nigrum, Portulaca oleracea.

Avena

Indicazioni d’uso Erbicida di post emergenza
Dose 0,9 l/ha
Intervallo pre raccolta 60 giorni

Frumento tenero e duro

Indicazioni d’uso Erbicida di post emergenza
Dose 0,9 l/ha
Intervallo pre raccolta 60 giorni

Mais

Indicazioni d’uso Erbicida di post emergenza
Dose 0,5-0,7 l/ha
Intervallo pre raccolta 60 giorni

Orzo

Indicazioni d’uso Erbicida di post emergenza
Dose 0,9 l/ha
Intervallo pre raccolta 60 giorni

Segale

Indicazioni d’uso Erbicida di post emergenza
Dose 0,9 l/ha
Intervallo pre raccolta 60 giorni

Nel mais contro le infestanti perenni la dose può essere elevata fino a 1 l/ha applicandola anche in trattamento frazionati.
Il prodotto può essere fitotossico per pomacee, agrumi ed olivo se applicato direttamente sulle foglie o sulle parti verdi delle piante.
SCROLL TO TOP

Belchim Crop Protection Italia SpA P. IVA  04004550283

Iscritta al Registro delle Imprese di Milano con il n° di P.IVA 04004550283
Capitale sociale: Euro 120.000 i.v.
R.E.A. 1879701

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.
Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale