slide1

Erbicida per il diserbo di olivo, vite e agrumi in granuli dispersibili

CHIKARA DUO  è un erbicida sistemico che viene assorbito per via fogliare e radicale e prontamente traslocato nei tessuti meristematici delle infestanti. Si impiega in trattamenti in post-emergenza precoce delle infestanti quando queste presentano uno sviluppo massimo di 10 cm. L'azione residuale del Flazasulfuron permette il controllo delle infestanti in pre-emergenza, ritardando la germinazione delle piantine come minimo di 1-2 mesi. CHIKARA DUO presenta un'eccellente attività nel controllo delle infestanti che normalmente non vengono controllate con preparati a base di solo Glifosate.

  1. Profilo del prodotto
  2. Impieghi
  3. Raccomandazioni
  4. Infestanti controllate
Principio attivo Flazasulfuron g 0,67 - Glifosate Acido g 28,8
Meccanismo d’azione B e G (HRAC)

FormulazioneGranuli Idrodispersibili (WG)
Indicazioni di pericolo
Numero di registrazione 15237 del 30/06/2015
Confezioni1 Kg – 3 Kg

Olivo

Indicazioni d’uso Erbicida di pre/post emergenza delle malerbe
Intervallo pre raccolta 45 giorni
Dose 2,25-3 Kg (utilizzare volumi d'acqua di 200-600 l/ha)

Vite

Indicazioni d’uso Erbicida di pre/post emergenza delle malerbe
Intervallo pre raccolta sospendere i trattamenti prima della fine della fioritura
Dose 2,25-3 Kg (utilizzare volumi d'acqua di 200-750 l/ha)

Agrumi

Indicazioni d’uso Erbicida di pre/post emergenza delle malerbe
Intervallo pre raccolta sospendere i trattamenti prima della fine della fioritura
Dose  2,25-3 Kg (utilizzare volumi d'acqua di 200-400 l/ha)

Prima del trattamento asportare i succhioni o i ricacci alla base della pianta. Non bagnare il tronco, specialmente se non è ben lignificato o con ferite. Per evitare il contatto del prodotto con l'apparato fogliare delle colture non irrorare in presenza di vento ed utilizzare ugelli anti deriva. Non utilizzare nei vivai e nei giovani impianti.

Graminacee:

Giavone comune (Echinochloa crus galli), Loglio italico (Lolium multiflorum), Loietto (Lolium perenne), Loglio rigido (Lolium rigidum), Falso panico (Setaria viridis), Panico porporino (Panicum colonum), Panico maggiore (Panicum verticillatum), Fienarola annuale (Poa annua), Fienarola dei prati (Poa pratensis), Fienarola comune (Poa trivialis), Bromo dolce (Bromus mollis).

Dicotiledoni:

Saeppola di Buenos Aires (Conyza bonariensis), Correggiola (Polygonum aviculare), Malva selvatica (Malva sylvestris), Malva negletta (Malva rotondifolia), Tribolo comune (Tribulus terrestris), Soffione (Taraxacum officinale), Geranio sbrandellato (Geranium dissectum), Geranio molle (Geranium molle), Piantaggine comune (Plantago lancelolata), Aglio delle vigne (Allum vineale), Margherita (Bellis perennis), Asparaggine comune (Picris hleracioides), Acetosella gialla (Oxalis pes-caprae), Romice crespato (Rumex crispus), Ortica minore (Urtica urens), Trifoglio pratense (Trifolium pratense), Erba cicutaria (Erodium cicutarium), Erba porcellana (Portulaca oleracea)

SCROLL TO TOP

Belchim Crop Protection Italia SpA P. IVA  04004550283

Iscritta al Registro delle Imprese di Milano con il n° di P.IVA 04004550283
Capitale sociale: Euro 120.000 i.v.
R.E.A. 1879701

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.
Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale