Belchim Crop Protection propone la sua strategia per la gestione delle infestanti nel sottofila del vigneto.

La viticoltura moderna deve trovare soluzioni innovative a problemi che fino a pochi anni fa erano di facile gestione; tra questi, quello della gestione delle infestanti è certamente uno dei più delicati. Solo un approccio strategico consente di raggiungere alti livelli di pulizia del sottofila in maniera sostenibile, sicura per gli operatori e nel rispetto dei disciplinari di produzione sempre più restrittivi.

Belchim Crop Protection offre per la gestione del sottofila del vigneto una strategia innovativa con diversi prodotti:

CHIKARA® 25 WG, CHIKARA® DUO e BELOUKHA®, rispettivamente a base di Flazasulfuron 25%, Flazasulfuron 0.67% + Glifosate 28.8% e Acido Pelargonico 680 g/L.

Flazasulfuron è una sulfonilurea che agisce sull’inibizione della sintesi degli aminoacidi a catena ramificata. Ha prevalentemente un’attività antigerminello e un’attività di post emergenza in quanto viene assorbito per via fogliare e radicale e prontamente traslocato nei meristemi delle infestanti. È caratterizzato da un ampio spettro d’azione, un’ottima persistenza e contribuisce alla profilassi per il controllo del legno nero.

Acido Pelargonico è una molecola erbicida non selettiva appartenente alla famiglia degli acidi grassi ed ha un’attività di contatto. La sua attività si esplica nel giro di poche ore dall’applicazione e la molecola è totalmente biodegradabile.

La strategia Belchim prevede un’applicazione al sottofila di CHIKARA® 25 WG a 80 g/ha oppure, CHIKARA® DUO alla dose di 3 kg/ha quando la temperatura raggiunge i 20°C. L’azione residuale di Flazasulfuron consente di ottenere un controllo duraturo delle principali infestanti.

Successivamente, nel corso della stagione, possono seguire 2 o 3 applicazioni di BELOUKHA® che, applicato a 16 L/ha oppure a 12 L/ha con il coadiuvante GONDOR® alla dose di 0,5 L/ha (a base di lecitina di soia 488 g/L), consente di contenere la vigoria delle perennanti e le nuove emergenze. Questa strategia consente di controllare efficacemente anche le difficili Lolium, Conyza, Malva eGeranium. I prodotti mostrano anche un’ottima sinergia nel controllo dell’equiseto, che generalmente risulta di difficile contenimento alla maggior parte degli erbicidi normalmente utilizzati in vigneto.

 

 

https://agronotizie.imagelinenetwork.com/difesa-e-diserbo/2019/02/26/chikarasupregsup-25-wg-e-beloukhasupregsup-la-ricetta-per-un-diserbo-perfetto/61988

SCROLL TO TOP

Belchim Crop Protection Italia SpA P. IVA  04004550283

Iscritta al Registro delle Imprese di Milano con il n° di P.IVA 04004550283
Capitale sociale: Euro 120.000 i.v.
R.E.A. 1879701

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.
Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale