Gentile lettore, ti informiamo che sullo Speciale difesa di Agricommercio (N.7 Ottobre 2016) si parla di Belchim. Continua a leggere per visualizzare l’estratto

 

 

 

 

 

 

 

 

KUSABI, LA RISPOSTA DI BELCHIM ALL’OIDIO IN VIGNETO

L’offerta di Belchim si arricchisce di una nuova soluzione tecnica per il vigneto: Kusabi, l’antidioico di nuova generazione che trova impiego nei programmi di difesa sia per le uve a vino che per le uve da tavola.

A base di Pyriofenone, nuova sostanza attiva appartenente alla famiglia chimica delle benzoyl pyridine, caratterizzata da una spiccata translaminarità che assicura la diffusione del prodotto in tutti i tessuti della pianta. A questa caratteristica vanno inoltre sommati i vantaggi di una sensibile azione in fase di vapore che consente al prodotto di ridistribuirsi anche su porzioni vegetali non raggiunte direttamente dai trattamenti. Un aspetto non trascurabile soprattutto durante la fase dei grappoli in formazione.

Sicuramente l’efficacia di Kusabi non esaurisce a contatto con la pianta. Basti pensare che dal punto di vista ambientale non ha effetto sugli acari predatori, mente a livello di cantina non ha alcun effetto sulla fermentazione del succo d'uva o influenza la qualità del vino da uve trattate con il fungicida. Kusabi, rimane solo che provarlo.

 


 

PARLA IL TECNICO

MARTINA BARCIA

Kusabi è un nuovo antioidico il cui principio attivo, il Pyriofenone, è dotato di un’elevata efficacia contro i funghi patogeni appartenenti alla famiglia delle Erisifacee ed è stato recentemente registrato sull’oidio della vite.

Il prodotto si presenta in formulazione SC alla concentrazione di principio attivo pari a 300 g/l.

Negli studi effettuati in campo sulla vite alla dose di 0,3 l/ha, ha evidenziato le proprie caratteristiche di efficacia preventiva contro Erysiphe necator; una rapida azione di penetrazione nei tessuti vegetali, una mobilità di tipo translaminare, prolungata attività biologica ed un’eccellente resistenza al dilavamento. In applicazioni preventive infatti, blocca lo sviluppo del fungo fin dalle prime fasi di riconoscimento dell’ospite, inibendo la formazione degli appressori e conseguentemente la penetrazione delle ife nelle cellule della pianta.

L’applicazione deve essere quindi preventiva a partire dall’inizio della fioritura con intervalli di 10-12 giorni per un massimo di 3 applicazioni all’anno alla dose di 0,3 l/ha.

 

 

LE LEVE DI MARKETING DEI PRODUTTORI

PAOLO RUGGIERO

Contro le avversità della vite Belchim Crop Protection offre un catalogo ricco di specialità, a queste si affianca il nuovo antioidico Kusabi, a base della sostanza attiva pyriofenone, frutto della ricerca di soluzioni innovative per una viticoltura di qualità.

Kusabi ben si presta in programmi di difesa nel complesso ambito del controllo dell’oidio della vite, risultando complementare quanto a modo d’azione rispetto agli antiodici più comunemente utilizzati.

La formulazione studiata per un massimo rendimento, l’esito un favorevole profilo eco-tossicologico e la costanza nell’efficacia biologica rappresentano le ragioni per le quali il Kusabi corrisponde ai rinnovati bisogni degli utilizzatori nel controllo della malattia.

Inoltre il Kusabi possiede l’Import tolerance, per la commercializzazione di vini di qualità, verso i più importanti mercati mondiali come quello degli Stati Uniti.

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l’attenzione sulle frasi e simboli di pericolo riportati in etichetta.

SCROLL TO TOP

Belchim Crop Protection Italia SpA P. IVA  04004550283

Iscritta al Registro delle Imprese di Milano con il n° di P.IVA 04004550283
Capitale sociale: Euro 120.000 i.v.
R.E.A. 1879701

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.
Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale