La linea diserbo mais di Belchim Crop Protection assicura un controllo completo di tutte le infestanti chiave, consentendo massima flessibilità e certezza del risultato

L’innovativa strategia di post-emergenza si basa sull’azione sinergica tra ONYX® (Pyridate, 600 g/L) e TEMSA® 100 (Mesotrione, 100 g/L). Questa sinergia è chiamata Effetto Booster e si manifesta attraverso l’ampliamento dello spettro d’azione dei due principi attivi, l’aumento di efficacia e l’incremento della velocità d’azione del diserbo.

Belchim permette una gestione delle infestanti mirata e flessibile completando la miscela di ONYX® e TEMSA® 100 con un ricco pacchetto di prodotti.

La strategia di post-emergenza precoce (mais a 1-2 foglie) è formata dalla miscela di DELUGE® 960 EC(*) (S-metolachlor, 960 g/L), ONYX® e TEMSA® 100. Questa soluzione combina l’azione residuale di Mesotrione e di S-Metolachlor consentendo una pulizia prolungata del terreno; inoltre, grazie all’effetto Booster di ONYX®, permette un controllo completo delle malerbe già emerse.

Read more ...

Generalmente temperature elevate, prossime ai 30°C, accompagnate da valori di umidità relativa bassa, determinano condizioni ottimali per lo sviluppo e diffusione di acari fitofagi.

In condizioni favorevoli, gli acari infatti riescono a compiere una generazione a settimana e anche più di una decina in un anno. In questo lasso di tempo le femmine riescono a deporre centinaia di uova e dunque sulla pianta, soprattutto in corrispondenza della pagina inferiore delle foglie, potranno essere presenti tutte le forme di sviluppo degli acari: uova, larva, ninfe di diversa età e adulti.

Read more ...

Il 6 marzo 2019 presso la suggestiva cornice del Castello di Semivicoli della Cantina Masciarelli (Chieti, Abruzzo), si è svolto l’incontro “Viticoltura e strategie di difesa fitopatologica della vite” firmato Belchim Crop Protection. La partecipazione all’evento ha visto coinvolti, i rivenditori, agronomi, enologi, cantine sociali e private della Regione Abruzzo e del vicino Molise. Sono intervenuti tra i relatori il vice presidente di Assoenologi Abruzzo e Molise Giovanni Pasquale sul tema del mercato vinicolo abruzzese e nazionale, il dott. Domenico D’Ascenzo, responsabile del Servizio Fitosanitario della Regione Abruzzo, in merito l’andamento fitopatologico sulla vite nel 2018 e sull’evoluzione della normativa nazionale riguardante gli agrofarmaci e sul disciplinare di difesa integrata.

Read more ...

Belchim Crop Protection propone la sua strategia per la gestione delle infestanti nel sottofila del vigneto.

La viticoltura moderna deve trovare soluzioni innovative a problemi che fino a pochi anni fa erano di facile gestione; tra questi, quello della gestione delle infestanti è certamente uno dei più delicati. Solo un approccio strategico consente di raggiungere alti livelli di pulizia del sottofila in maniera sostenibile, sicura per gli operatori e nel rispetto dei disciplinari di produzione sempre più restrittivi.

Read more ...

 

Il Mal dell’Esca è una malattia vascolare del legno che può colpire diverse piante, fra cui la vite. Sebbene le indagini sulle cause scatenanti sono ancora in corso, due patogeni fungini, Phaeoacremonium aleophilum (Pal) e Phaeomoniella chlamydospora (Pch), sono quelli riscontrati con maggior frequenza, e di conseguenza considerati fra gli agenti principali.

In vigneto la principale via di infezione è stata identificata nelle ferite create dai tagli di potatura. La porzione di legno che viene lasciata esposta a seguito del taglio, diviene facile ingresso per i patogeni, ed in particolare per le spore di Pal e Pch.

Read more ...

Subcategories

SCROLL TO TOP

Belchim Crop Protection Italia SpA P. IVA  04004550283

Iscritta al Registro delle Imprese di Milano con il n° di P.IVA 04004550283
Capitale sociale: Euro 120.000 i.v.
R.E.A. 1879701

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.
Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale